Un paesaggio mozzafiato fatto di spiagge dorate e acqua cristallina immerso in una storia antica tutta da scoprire.

ERACLEA MINOA

Heraclea Minoa fu un'antica città greca della Sicilia sud occidentale, fondata, secondo Erodoto, dai Selinuntini che la chiamarono originariamente Minoa.Le sue rovine si trovano nell'area archeologica di Cattolica Eraclea in provincia di Agrigento. Dalla fine del VI secolo a.C., Eraclea Minoa passò sotto il dominio di Akragas e successivamente alla invasione punica del 409 a.C. passò nella zona sotto il controllo cartaginese. Dal I secolo a.C. in poi venne abbandonata.
Gli scavi archeologici sulle rovine vennero intrapresi in maniera sistematica a partire dal 1950. La città viene considerata tipica per comprendere l'urbanistica delle città ellenistiche e romane. Di grande interesse sono: il Teatro, costruito alla fine del V secolo a.C., che si apre con la cavea, divisa in nove settori a dieci gradoni, verso il Mare Mediterraneo.

L’AREA ARCHEOLOGICA

La città era protetta da una imponente cinta muraria (calcolato in Km 6 circa), che abbraccia l’intera estensione dell’altopiano, fino al fiume Platani. Dell’abitato è stato messo in luce un notevole settore, nel pianoro a Sud del teatro. Sono stati accertati due strati sovrapposti di abitazioni, rispettivamente riferibili al periodo ellenistico e al periodo romano repubblicano. Dell'abitato di II strato (IV-III sec.a.C., contemporaneo al teatro) sono state scavate due case.
La casa A era ad un solo piano con cortile fornito di grande cisterna in cui si convogliavano le acque del tetto a falde compluviate. Ad oggi le pareti conservano avanzi della decorazione a decorazione a stucco (stile a incrostazione o I stile pompeiano).  La casa B aveva un piano superiore con stanze destinate all’abitazione, le cui macerie, nel crollo, hanno colmato i vani del piano terra. Eccezionale lo stato di conservazione dei muri. Le pareti erano rivestite di intonaco dipinto, di cui rimane il sottofondo di allettamento. 
All’abitato di IV-III sec.a.C. si sovrappone, nel II-I sec. a.C., l’abitato di I strato. E’ costituito da case costituite generalmente di due o più vani gravitanti su un cortile con focolare. L’organizzazione in isolati inquadrati da strade nord-sud che si incrociano con strade est-ovest, ricalca lo schema della fase precedente.

TEATRO

Il teatro di Heraclea Minoa è un teatro greco dell'antica città di Eraclea Minoa sito nell'area archeologica di Cattolica Eraclea, Compreso nel perimetro delle mura di fortificazione, e sistemato nella cavità di una collinetta. Il teatro risulta abbandonato fra il II e il I sec.a.C però è stato oggetto di recenti restauri consistenti nel consolidamento lapideo e nella copertura provvisoria della gradinata. Sono in parte visibili anche i resti della cinta muraria della città costruita tra la fine del VI e la fine del IV secolo a.C., mentre nord-est delle mura si riconoscono ancora otto torri quadrate, il quartiere delle abitazioni ellenistiche e romane con impianto urbanistico ad "insulae", separate da strade parallele. All’ingresso della zona archeologica si trova l’antiquarium dove sono custoditi interessanti reperti quali ceramiche, terrecotte, corredi tombali, statuette arcaiche di dee siciliane,frammenti di ceramiche iberiche del periodo neo-eneolitico provenienti dalle abitazioni della città arcaica ed ellenistica e una selezione di reperti ceramici e statuette votive provenienti dall'abitato e dalla necropoli

Orari

L’area archeologica è visitabile tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30.
Il teatro è visitabile dal lunedi’ al venerdi’ dalle 10.00 alle 14.30

Ticket

INTERO € 4.00  
RIDOTTO € 2.00  
GRATUITO
-cittadini sotto i 18 anni della comunità europea ed extracomunitari 
-personale docente italiano della scuola di ruolo
-guide turistiche
- molte altre categorie
Translate »